Opportunità

Geecom 29/12/2019 0

Resto al Sud

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani tra i 18 e 46 anni nelle regioni del Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017.

Finalità 

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani tra i 18 e 46 anni nelle regioni del Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Quali sono le risorse?
La dotazione finanziaria complessiva è di 1.250 milioni di euro.

A chi si rivolge?
Giovani tra i 18 e 46 anni aspiranti imprenditori, liberi professionisti nonché società neocostituite possono presentare domanda di ammissione alle agevolazioni, nelle seguenti forme giuridiche:

a) impresa individuale (partita IVA);
b) società, ivi incluse le società cooperative;
c) liberi professionisti.

Importo e tipo di aiuto

IMPORTO 
Ciascun soggetto richiedente riceve un finanziamento fino ad un massimo di 50.000 euro per ogni socio fino ad un ammontare massimo complessivo di 200.000 euro.

TIPO DI CONTRIBUTO
Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in:

  • un contributo a fondo perduto del 35% dell’investimento complessivo
  • un finanziamento bancario del 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono a tasso 0.

Il finanziamento bancario è rimborsato entro otto anni dall’erogazione del finanziamento, di cui i primi due anni di pre-ammortamento.

Spese Ammissibili
Sono ammissibili le seguenti spese:

a) opere edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria connessa all’attività del soggetto beneficiario nel limite massimo del 30% del programma di spesa;
b) macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
c) programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della telecomunicazione (TIC);
d) Nella misura massima del 20% del programma sono ammissibili le spese per:

– materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti;
– utenze e canoni di locazione per immobili;
– eventuali canoni di leasing;
– acquisizione di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata.


Quali sono i termini?
La domanda può essere presentata a partire dal 15 gennaio 2018. Procedura a sportello, fino a esaurimento risorse.

Leggi tutto
Articoli piu letti
Categorie
Ultmi articoli

Cerca...